ISTITUTO COMPRENSIVO 02 LEGNAGO

CONTINUITA’

“mediante momenti di raccordo pedagogico, curriculare e organizzativo fra i tre ordini di scuola, promuove la continuità del processo educativo, condizione essenziale per assicurare agli alunni il positivo conseguimento delle finalità dell’istruzione obbligatoria

(Indicazioni ministeriali).

 

Continuità Scuola dell’infanzia – Scuola Primaria

ATTIVITA’:

  • costituzione di una commissione continuità in cui siano presenti docenti scuola primaria/docenti scuola dell’infanzia;
  • incontri periodici fra docenti;
  • conoscenza, comparazione, confronto, dei reciproci programmi
  • pianificazione attività didattiche comuni per la continuità;
  • predisposizione fascicolo informativo per il passaggio delle notizie;
  • visita degli alunni della scuola dell’infanzia alle scuole primarie,(eventualmente accolti e guidati dagli alunni di classe prima e/o quinta);
  • pianificazione delle attività degli incontri;
  • incontro del Dirigente Scolastico e/o dei docenti con i genitori dei futuri alunni del primo anno della scuola dell’infanzia e quelli delle future classi prime per la presentazione della scuola dell’infanzia e/o primaria e l’illustrazione del PTOF;
  • scuola aperta.

 

RISORSE E STRUMENTI:

  • docenti facenti parte della Commissione Continuità;
  • docenti dei diversi ordini di scuola;
  • fascicolo per passaggio informazioni;

 

TEMPI:

  • incontri periodici nel corso dell’anno

 

CRITERI DI VALUTAZIONE:

  • monitoraggio in itinere da parte della Commissione e se necessaria del Collegio docenti della ricaduta nella prassi didattica dei contenuti progettati

 

Continuità Scuola Primaria – Secondaria 1° grado

 

ATTIVITA’:

  • costituzione di una Commissione Continuità in cui siano presenti docenti dei due ordini di scuola;
  • conoscenza dei reciproci programmi;
  • confronto tra traguardi della Primaria e prerequisiti scuola secondaria di I grado classe I
  • incontri tra docenti(es. commissione curricolo)
  • pianificazione attività laboratoriali in continuità (Laboratori di Arte, Francese, Motoria, lezioni simulate con docenti di lettere, matematica, scienze, inglese e religione)
  • prove comuni per gli alunni di quinta;
  • presentazione degli alunni di quinta da parte delle insegnanti della primaria (certificazione delle competenze);
  • incontro tra i docenti specializzati sul sostegno per conoscere i casi con diagnosi in entrata e in uscita;
  • criteri formazione classi
  • attività di laboratori;
  • incontro del Dirigente Scolastico e/o dei docenti con i genitori degli alunni delle quinte per la presentazione della scuola secondaria di primo grado e l’illustrazione del PTOF;
  • visita guidata dell’edificio ed eventuale partecipazione a minilaboratori;
  • scuola aperta.

 

RISORSE E STRUMENTI:

  • docenti facenti parte della Commissione Continuità
  • docenti dei diversi ordini di scuola
  • certificazione delle competenze e passaggio di informazioni

TEMPI: incontri periodici nel corso dell’anno

 

CRITERI DI VALUTAZIONE:

  • monitoraggio in itinere da parte della Commissione e del Collegio

            docenti della ricaduta nella prassi didattica delle attività progettate.

 

VERIFICA – PUBBLICIZZAZIONE DATI:

  • Osservazione e valutazione dell’andamento del Progetto e dei risultati ottenuti da parte della Commissione Continuità;
  • Relazione al Collegio dei Docenti.

 

CONCLUSIONI

Le finalità educative dei progetti rispondono all’esigenza di garantire ad ogni studente un percorso formativo unitario all’interno del sistema scolastico di base. Gli studenti hanno l’opportunità di conoscere spazi e docenti, anticipando alcune esperienze in un clima sereno e ludico di reciproca condivisione e collaborazione. La gradualità delle attività svolte vuole incoraggiare il superamento delle prevedibili ansie e aspettative dei bambini, delle loro famiglie e degli stessi docenti, i quali hanno in questo modo la preziosa opportunità di poter conoscere anticipatamente futuri alunni, favorendo la nascita di idee e attività da poter poi svolgere “in situazione” durante il successivo anno scolastico e facilitando quindi il tanto significativo momento dell’Accoglienza. La consapevolezza dell’importanza di realizzare esperienze condivise, negli obiettivi e nella didattica, che costruiscano un ponte reale tra i diversi ordini di scuola per agevolare gli alunni in questo passaggio, è la motivazione più forte che ha spinge i docenti ad impegnarsi nelle diverse attività.

 

PROGETTO A.S.2021-2022

Quest’ anno è stata stilata una UDA di ed. Civica trasversale ai tre ordini di scuola inerente la colazione .